Approfittando delle vacanze al mare, ho fatto pratica di nuoto in acque libere.

In due settimane ho nuotato 7 volte, per un totale di 2 ore, percorrendo circa 6 km.

Il mare era caldo, calmo e trasparente. Nuotare in acque libere ha il vantaggio della continuità: rispetto alle vasche, non c’è l’interruzione della virata, quindi la respirazione può essere molto costante.

Ho imparato ad alzare la testa ogni 10 bracciate per controllare la direzione (e che non ci fossero ostacoli o pericoli nelle vicinanze!).

Esperienza molto positiva che spero di poter ripete presto.

Vota questo articolo
[Voti: 2    Media Voto: 3.5/5]