Inauguro oggi sul blog una nuova categoria: la wishlist, ovvero la lista dei desideri! Dei brevi post, quasi dei promemoria, per appuntare dei percorsi, delle gare, dei sogni, che presto o tardi vorrei realizzare!

Il primo sogno è la salita Ballabio Morterone, “il piccolo Stelvio della Valsassina” come lo chiama Max Bigandrews. L’ho scoperto leggendo il suo bellissimo racconto su spokes&nipples.

Dal punto di vista “tecnico”, la salita può essere divisa in due frazioni: da Lecco a Ballabio, 6 km con pendenza tra il 6 e il 9%, e da Ballabio a Morterone, un po’ più lunga (8 km) ma con pendenze leggermente meno impegnative (6-7%).

I tornanti per Morterone

I tornanti per Morterone

Ma, al di là dell’aspetto sportivo, mi ha conquistato il racconto quasi poetico di Max:

Il Morterone è un omaggio agli abitanti di un paese fuori dal Tempo,  il pellegrinaggio in un luogo che è sopravvissuto allo spopolamento montano degli anni del boom economico, ha resistito alle avances di una vita più comoda ed ha difeso a Suo modo uno stile di vita che oggi, forse per moda, stiamo riscoprendo.

Spero di riuscire a realizzare presto questo piccolo sogno!

E tu ci sei già stato? Racconta la tua esperienza qui sotto nello spazio dei commenti!

Lecco Ballabio altimetria

Lecco Ballabio altimetria

Morterone Altimetria

Morterone Altimetria

 


bdc lecco ballabio morterone

bdc morterone - introbio

Vota questo articolo
[Voti: 7    Media Voto: 4.1/5]