Come scegliere la bici da corsa per iniziare

da

In questa nuova serie di articoli, approfondiremo l’equipaggiamento essenziale necessario per iniziare a fare triathlon, e scopriremo cosa è necessario acquistare subito e quali acquisti è possibile rimandare per contenere la spesa iniziale.

Cominciamo oggi con la scelta della bici da corsa: come sono fatte e come scegliere quella giusta per te.

La bici da corsa è l’acquisto più importante, costoso e difficile per i triatleti principianti.

Le bici da corsa sono infatti molto costose: anche per un modello base, è difficile spendere meno di 1.500 euro. Esistono modelli che costano meno, ma hanno caratteristiche davvero scarse e te ne sconsiglio l’acquisto: dopo pochi mesi probabilmente vorresti già sostituirla con una bici migliore.

 

Se vuoi saperne di più, scarica l’ebook che ho scritto per chi vuole iniziare a fare triathlon!

Triathlon Anch’io
La guida completa per aspiranti triatleti

 

 

La strategia per spendere il giusto

Per la scelta della tua prima bici da corsa, considera questa strategia: decidi qual è il tuo budget e, in base a quello, scopri quali modelli sono disponibili nei negozi specializzati.

Scegliere la bici da corsa: il negozio

Un negozio di bici da corsa

Contattane tanti, anche lontani: puoi trovare delle buone occasioni! Non dimenticare di cercare anche online e nei negozi convenzionati con la tua società sportiva.

Guarda anche nel mercato dell’usato: spesso è possibile comprare una ottima bici usata con il budget di un modello base nuovo.

Infine, chiedi ai compagni di squadra più esperti un parere sui modelli che stai considerando, in particolare per l’usato: un ciclista esperto potrà accorgersi di difetti che potrebbero sfuggirti.

 

La giusta misura

Il primo aspetto che devi chiarire prima di iniziare a cercare la tua prima bici da corsa è la taglia, ovvero la misura del telaio.

Le corrette dimensioni della bici e della tua posizione in sella sono aspetti molto importanti: pedalare per molte ore su una bici stando in una posizione sbagliata ti porterebbe ad avere dolori in diverse parti del corpo.

Scegliere la bici da corsa: le misure antropometriche

Le misure antropometriche

Il modo ideale per avere una bici su misura per te è far regolare la bici in base alle tue misure antropomediche.

In prima approssimazione però, per sapere quale taglia di telaio acquistare, puoi partire dalla misura del cavallo: stando in piedi scalzo, misura la distanza dal pavimento all’osso pubico, poi moltiplicata per 0,65 questa misura (espressa in cm) e avrai la misura del tubo verticale del telaio (la distanza che va dall’asse dei pedali fino all’intersezione con il tubo orizzontale).

Usa questa misura come prima indicazione sulla misura del telaio. Le altre misure fondamentali, tra cui la lunghezza del tubo orizzontale, le verificherai al momento della prova della bici.

 

Come scegliere la tua bici da corsa: il materiale

Per aiutarti nella scelta la scelta della tua prima bici da corsa, posso consigliarti brevemente quali elementi considerare (mi scuso in anticipo con i veri ciclisti per le necessarie semplificazioni!).

Se ti piace questo articoloper favore condividilo cliccando su questo tweet!

Innanzitutto il materiale con cui è costruito il telaio: può essere in acciaio, in  alluminio, in fibra di carbonio e in titanio.

Scegliere la bici da corsa

Una bici da strada (Cannondale CAAD 10)

Il titanio è riservato ai modelli di alta gamma, quindi concentriamoci sui telai in alluminio o in fibra di carbonio.

L’alluminio è la soluzione usata nelle bici più economiche: a parità di geometria della bici, pesa un po’ di più del carbonio, ma costa meno.

I telai in fibra di carbonio sono i più diffusi nella fascia media e alta: hanno il grande vantaggio della leggerezza, ma sono più costosi.

Infine i telai in acciaio, da non sottovalutare. In cambio di una maggiore rigidità e peso, l’acciaio offre una maggiore resistenza a fatica rispetto al titanio e all’alluminio: il telai in acciaio sono quindi molto più resistenti e duraturi, oltre che meno costosi.

È sbagliato però guardare solo al materiale: è soprattutto la geometria della bici a determinare il comportamento in strada, ovvero la capacità di trasferire lo sforzo della pedalata e di assorbire le irregolarità del fondo stradale.

Quindi nella scelta non ti fissare su un materiale, ma considera la bici nel suo insieme.

Prima di continuare la lettura ti chiedo un piccolo gesto per far crescere Dad 2 Tri.
Se il post ti sta piacendo, ti invito a fare click sul bottone +1 ! A te non costa nulla, per me significa un lettore soddisfatto in più :-)

 

 

Il gruppo

Un altro aspetto importante da considerare è il “gruppo“, ovvero l’insieme dei meccanismi che compongono la trasmissione: la guarnitura (gli ingranaggi attaccati ai pedali), il cambio (montato sulla ruota posteriore), ma anche le leve montate sul manubrio.

Scegliere la bici da corsa: il gruppo SRAM Red

Un gruppo (SRAM Red)

Tutti i produttori hanno una gamma che va dai modelli base a quelli più avanzati (i top di gamma sono i cambi elettronici).

Ti consiglio di analizzare la gamma del produttore del gruppo montato sulle bici che stai valutando, per capire ad esempio se su un telaio di buon livello è montato un cambio di basso livello (succede spesso per contenere il prezzo finale!).

 

Bici da crono

Probabilmente sentirai parlare, da parte dei triatleti più esperti, di bici da cronometro (o “time trail”) e di prolunghe aerodinamiche (dette anche appendici o “aerobar”).

Scegliere la bici da corsa: una bici da cronometro

Una bici da cronometro (Cervelo P3)

Si tratta di soluzioni specialistiche, normalmente vietate in molte gare di triathlon, e consentire solo nelle gare dove la scia tra atleti è vietata (dette gare “no draft“), ovvero le gare sulle distanze del triathlon Medio (70.3) o Super Lungo (Ironman).

Avremo tempo di approfondire queste particolarità quando non saremo più principianti!

 

Nel prossimo articolo

Nel prossimo articolo scopriremo le scarpette e gli accessori per la bici.

 

Se vuoi saperne di più, scarica l’ebook che ho scritto per chi vuole iniziare a fare triathlon!

Triathlon Anch’io
La guida completa per aspiranti triatleti

 

Segui la pagina Facebook di Dad 2 Tri per ricevere aggiornamenti sui nuovi articoli!

[Grazie a Riky76omnium per il contributo sui telai]

LA GUIDA PER
I NUOVI TRIATLETI

Il tuo sogno è di diventare triatleta?

Scarica l'eBook con tutti i consigli per iniziare!


JACK SPORT

Scopri il LAB di Jack Sport: un percorso personalizzato per ottimizzare le tue performance.

Vota questo articolo
[Voti: 41    Media Voto: 2.7/5]