Come scegliere la muta da Triathlon

da

Per partecipare alle gare di triathlon, la cui frazione di nuoto si svolge in acque libere, è spesso necessario (o consigliabile) l’uso di una muta.

Il regolamento federale, infatti, definisce le temperature dell’acqua alle quali l’uso della muta è obbligatoria, consentita o vietata:

  • temperatura maggiore 20°C: muta vietata
  • temperatura tra 14°C e 20°C: muta facoltativa
  • temperatura tra 13°C e 14°C: muta obbligatoria
  • temperatura inferiore a 13°C: frazione di nuoto annullata

La scelta della muta da triathlon è quindi una necessità all’inizio della tua prima stagione di gare!

Dato che la scelta della muta da triathlon è una delle  maggiori “sfide” per un triatleta principiante, in questa guida ti spiegherò com’è fatta, a cosa serve e soprattutto come scegliere la tua prima muta da triathlon.

 

Com’è fatta una muta da triathlon

Differenti spessori

Differenti spessori

Una muta da triathlon è diversa da quella che si usa per le immersioni o per il windsurf: è molto elastica ed aderente, ed esternamente è liscia, per scorrere meglio nell’acqua e non ostacolarti nei movimenti.

Lo spessore delle mute varia da 1,5 a 5 mm: uno spessore minore comporta più elasticità ma meno isolamento termico, mentre uno spessore maggiore consente un migliore galleggiamento,

Le mute di livello (e costo) più elevato, hanno spessori differenziati: minori su spalle e braccia, per facilitare i movimenti, e maggiori su torso e gambe, per garantire maggiore galleggiamento e isolamento termico.

 

A cosa serve la muta?

Usare la muta per nuotare in acque libere serve a:

  • proteggerti dall’acqua fredda: il materiale di cui sono fatte le mute (il neoprene) intrappola vicino alla pelle un sottile strato di acqua, che si riscalda con il calore del corpo e ti isola dall’acqua fredda all’esterno;
  • migliorare il galleggiamento e la velocità: il maggiore galleggiamento del corpo, in particolare dei fianchi e delle gambe, riduce la resistenza idrodinamica, e quindi ti consente di mantenere una maggiore velocità nel nuoto.
Prima di continuare la lettura ti chiedo un piccolo gesto per far crescere Dad 2 Tri.

Se il post ti sta piacendo, ti invito a fare click sul bottone +1 ! A te non costa nulla, per me significa un lettore soddisfatto in più! 

 

Come scegliere la muta giusta per te

Quando scegli la tua muta, considera questi aspetti:

  • La giusta taglia

    La giusta taglia

    La muta deve adattarsi perfettamente al tuo corpo. Scegli quindi la giusta taglia in base alla tua corporatura: altezza, peso, ma anche la costituzione. Quando la indossi, non dovrebbero crearsi delle pieghe, soprattutto sotto le ascelle e al cavallo. Accertati che i fori di polsi e caviglie siano aderenti in modo che in facciano da freno mentre nuoti; 

  • La muta deve consentirti tutti i movimenti delle spalle e delle gambe senza limitazioni. Verifica quindi l’elasticità della muta, in modo che la maggior parte dell’energia della bracciata serva per nuotare e non per vincere la resistenza della muta. Considera che la muta asciutta solitamente è meno elastica rispetto a quando sei in acqua;
  • Accertati di riuscire a respirare senza senso di costrizione al torace, e a riuscire a chiudere agevolmente la cerniera: dovresti sentire la muta molto aderente ma non deve crearti difficoltà a respirare. Verifica anche che la circonferenza del collo non sia troppo stretta quando la cerniera è chiusa.

Ti consiglio quindi di andare in un negozio specializzato e provare diverse marche, modelli e taglie. Dedica tutto il tempo necessario alle prove, e spiega all’addetto alla vendita come senti indosso il modello che sai provando.

Alcuni produttori e negozi di abbigliamento da triathlon organizzano periodicamente delle prove delle loro mute in piscina. Chiedi a diversi rivenditori se offrono questa possibilità: una prova in acqua è un ottimo modo per essere sicuro che il modello e la taglia che hai scelto siano davvero perfette per te!

 

Come indossare la muta da triathlon

Una volta scelta e acquistata la tua prima muta da triathlon, è fondamentale che impari ad indossarla nel modo corretto, in modo che non ti ostacoli nei movimenti e anche per non danneggiarla accidentalmente.

Per questo abbiamo scritto una guida completa, con tante foto per ogni passaggio! Dai un’occhiata a Come indossare la muta da Triathlon.

Come indossare la muta da triathlon

 

Come prenderti cura della muta

Attenzione: la muta è un equipaggiamento delicato! Quando la indossi o la riponi dopo la gare, ti consiglio di prestare particolare attenzione a tre comportamenti per trattarla al meglio ed evitare che si rovini con l’uso.

Leggi la guida che abbiamo scritto apposta per prenderti cura della muta e assicurarle una lunga durata.

Come prenderti cura della muta da triathlon

 

Se vuoi saperne di più, scarica l’ebook che ho scritto per chi vuole iniziare a fare triathlon!

Triathlon Anch’io
La guida completa per aspiranti triatleti

 

LA GUIDA PER
I NUOVI TRIATLETI

Il tuo sogno è di diventare triatleta?

Scarica l'eBook con tutti i consigli per iniziare!


JACK SPORT

Scopri il LAB di Jack Sport: un percorso personalizzato per ottimizzare le tue performance.

Vota questo articolo
[Voti: 57    Media Voto: 3.4/5]