Sei pronto a cambiare il tuo punto di vista sullo sport?

In questo articolo scopriremo insieme il mondo del Paratriathlon attraverso il racconto degli atleti del Progetto TriUno, e vedremo quali sono le possibilità di fare sport, in particolare Triathlon, per gli atleti con disabilità.

Domenica 14 Dicembre 2014 si è svolto il primo evento di Progetti in Tour, l’iniziativa creata da Progetto TriUno in collaborazione con la società sportiva DDS per far incontrare atleti con disabilità ed atleti normodotati: un allenamento congiunto in vasca e in bici sui rulli.

 

Progetto TriUno: fare triathlon è possibile

Questo evento è stato per me l’occasione di conoscere Marco Bardella e Antonella Giusti, gli organizzatori di Progetto TriUno, e i paratriatleti Simone Baldini, Michele BattistellaAlessio Borgato. Tutti si sono rivelati persone piene di entusiasmo!

Per il racconto dell’allenamento, puoi leggere l’articolo su FCZ. Qui invece ti voglio parlare dell’attività di Progetto TriUno per la promozione del triathlon per le persone con disabilità.

Marco ci ha raccontato che l’associazione si impegna per aiutare le persone con disabilità motorie a realizzare un sogno: quello di soddisfare la voglia di fare sport e di praticare il Triathlon!

In quale modo? Organizzando eventi sportivi per far provare il triathlon, mettendo a disposizione degli atleti l’attrezzatura necessaria (handbike e wheelchair), e accompagnando gli atleti alle gare fornendo tutta l’assistenza necessaria.

paratriathlon_11

Progetto TriUno: evento Progetti in Tour in DDS

In particolare, l’accesso allo sport è reso possibile grazie alla collaborazione con le società sportive, che permettono ai paratleti di frequentare le strutture sportive accessibili (piscine, palestre, piste d’atletica…) e di essere allenati da tecnici federali specializzati.

Questo grande impegno ha già portato ad ottimi risultati agonistici: in questo primo anno di attività, i paratleti che si allenano con Progetto TriUno hanno già vinto diverse gare nazionali e perfino alcune medaglie europee e mondiali!

 

Il Paratriathlon verso le Olimpiadi di Rio 2016

Nel corso dell’evento che si è tenuto domenica presso la sede della DDS di Settimo Milanese, Simone BiavaDirettore Tecnico del settore paralimpico della FITri, ci ha raccontato la situazione del settore Paratriathlon.

Il Paratriathlon esordirà per la prima volta alle Olimpiadi di Rio 2016, con oltre 50 atleti provenienti da tutto il mondo. Questa è una grandissima opportunità per la diffusione del nostro sport anche tra le persone con disabilità!

paratriathlon_04

Alessio Borgato taglia in traguardo nella gara ITU Kitzbuhel 2014

Gli atleti che partecipano alle gare di Paratriathlon sono divisi in cinque diverse categorie : PT1 (sitting), PT2-PT3-PT4 (standing in base alla gravità della disabilità), PT5 (disabilità visiva, B1/B2-3). Di queste, solo tre categorie sono inserite nel programma olimpico: per gli uomini le PT1, PT2 e PT4, per le donne le PT2, PT4 e PT5.

A livello nazionale, la Federazione sta predisponendo un calendario di otto gare: l’esordio sarà al Duathlon di Romano di Lombardia, mentre le altre gare saranno svelate nel calendario ufficiale che verrà pubblicato sul sito della Federazione a metà Gennaio. Le gare del calendario Paratriahlon avranno un proprio montepremi ed inoltre i punti acquisiti in queste gare contribuiranno al ranking di Società,

Per rendere ancora più facile l’accesso al triathlon, la Federazione prevede il tesseramento al costo agevolato di soli 6 euro; inoltre il tesseramento dà la possibilità di partecipare a gare Open.

 

E noi, cosa possiamo fare?

Se hai già partecipato a qualche gara lo sai: il triathlon è sport inclusivo, siamo davvero una grande famiglia. E la famiglia si può ulteriormente allargare, abbracciando persone con disabilità che vogliono provare questo meraviglioso sport e garegggiare con noi.

Hai mai visto una gara di paratriathlon? Gli atleti disabili e i normodotati gareggiano insieme e sugli stessi percorsi!

Cosa possiamo fare, quindi, per rendere il nostro sport ancora più accessibile a tutti quelli che vogliono provarlo e aiutare il movimento del paratriathlon a crescere?

paratriathlon_logo_triuno

Ti invito a venire ad uno dei prossimi incontri di Progetto TriUno. Vieni a conoscere queste persone straordinarie e non potrai fare a meno di dare una mano!

Adesso passa all'azione!

Resta aggiornato sulle iniziative di Progetto TriUno e partecipa ai prossimi eventi!

   Visita il sito di Progetto TriUno e  segui la pagina Facebook di Progetti in Tour

 

Vota questo articolo
[Voti: 2    Media Voto: 4/5]