È primavera, tempo di prime gare di triathlon e tempo di esordi. Molti amici stanno coronando il proprio sogno di partecipare ad una prima gara di triathlon.

Ma domenica 3 Maggio 2015 ad Andora è stato un esordio speciale: l’amico Simone Chiarolla ha vissuto il suo esordio nel paratriathlon!

Questo è il suo coinvolgente racconto. Grazie Simone!


 

Simone Chiarolla

Simone Chiarolla

Che emozione, quante sensazioni! Questa impresa del paratriathlon diventa sempre più grande man mano che la percorro…

Andora, il mio esordio: quasi un km a nuoto in mezzo alle onde in un mare gelido che mi inghiotte ad ogni bracciata. Poi finalmente rivedo il fondo, la sabbia e mi sento un grande… ma il difficile deve ancora arrivare!

Salgo sulla handbike, ma cominciano i primi crampi! Poi comincio a guardare il cronometro, inizia il conto alla rovescia e mentalmente mi preparo all’ultima sfida, la più difficile ma anche la più bella…

Arrivo in zona cambio, poso la bici il più velocemente possibile e comincio a spingere la wheelchair: non riesco a pensare a niente, cerco solo di dare il massimo.

Questa follia si sta trasformando in realtà, ce la sto per fare!

Mi avvicino al traguardo, comincio a sentire la musica e mi sento emozionato. So che ce l’ho fatta… e non è da tutti!

Taglio il traguardo e tutti mi abbracciano… ma il mio primo pensiero è per il tempo: mi giro, guardo il timer e penso “sono andato pianissimo!“. Sono proprio un folle! 😉

Grazie Triathlon! Grazie Andora! Ci vediamo il prossimo anno!

 

Se questo post ti è piaciuto, fai click sul bottone +1 ! 
A te non costa nulla, per me significa un lettore soddisfatto in più :-)
 
Vota questo articolo
[Voti: 6    Media Voto: 4.3/5]