Dimenticarsi delle stringhe… con Unchain Lacing System

da

Correndo al parco (o anche camminando in città) a volte mi capita di vedere qualcuno che indossa scarpe da corsa con stringhe elastiche… e subito capisco subito che quello è un triatleta!

Le stringhe elastiche infatti sono uno dei primi acquisti che si effettuano, quando si inizia a fare triathlon.

Per non perdere posizioni nella seconda transizione in zona cambio, è importante essere veloci nell’indossare le scarpe da corsa. Si usano quindi le stringhe elastiche per non perdere tempo ad allacciare le scarpe.

Ma di stringhe elastiche ne esistono di tanti tipi, e non tutte sono efficaci allo stesso modo: alcune sono dotate di un cursore, da aprire e chiudere per regolare la tensione; altre hanno molti nodini, per bloccare le stringhe negli occhielli delle scarpe.

Nel tempo, ho provato tanti tipi di stringhe elastiche, ma nessuna mi ha soddisfatto pienamente: alcune perdevano elasticità e tenuta nel tempo, altre erano difficili da regolare e risultavano o troppo strette o troppo cedevoli…

Quest’anno finalmente ho trovato la mia soluzione preferita: le stringhe elastiche di Unchain Lacing System, un nuovo sistema di stringhe creato da una startup francese.

La prima novità che ho trovato è che sono fatte di un materiale estremamente elastico e allo stesso tempo resistente.

La regolazione della tensione è molto stabile, perché le stringhe non si muovono negli occhielli della scarpa, e inoltre posso regolare la tensione in modo differenziato tra il collo del piede e la parte più vicina alle dita, e tra una scarpa e l’altra (i piedi non sono mai uguali tra loro!).

Dopo aver montato per la prima volte le stringhe elastiche Unchain nelle mie scarpe, ho fatto un po’ di tentativi per trovare la giusta tensione: ti consiglio di lasciare le stringhe abbastanza larghe all’inizio, perché il piede di gonfia dopo un po’ che corri e, se possono sembrare giuste “a freddo”, durante la corsa le sentirai strette.

Ti consiglio quindi di non montare subito la piastrina che fissa le stringhe (il “BlocKnot”), ma prima fai una corsa di prova: ogni tanto potrai fermarti a regolare la tensione tra i diversi occhielli, finchè sentirai la scarpa bene aderente al piede ma senza stringere.

Una volta fissata la regolazione, potrai tagliare la parte di stringa in eccesso (le forniscono apposta un po’ lunghe per adattarsi a tutte le scarpe).

Dopo alcune settimane di uso, ho avuto la conferma che la tensione delle stringhe rimane costante nel tempo, e non ho mai dovuto nè stringere nè smollare le stringhe.

Insomma, finalmente ho trovato una soluzione di stringhe elastiche allo stesso tempo efficace, affidabile e che mi da un grande comfort per i piedi…

Ora posso davvero dimenticarmi delle stringhe! 😉

Per info e ordini, visita il sito ufficiale di Unchain Lacing System

 

Se vuoi saperne di più, scarica l’ebook che ho scritto per chi vuole iniziare a fare triathlon!

Triathlon Anch’io
La guida completa per aspiranti triatleti

 

LA GUIDA PER
I NUOVI TRIATLETI

Il tuo sogno è di diventare triatleta?

Scarica l'eBook con tutti i consigli per iniziare!


La guida per i principanti del Triathlon

Un eBook per gli aspiranti triatleti, ricco di consigli pratici, che ti insegnerà tutto quello che devi sapere per iniziare a fare triathlon.

Vota questo articolo
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]